Confesso. Sull'Esposizione Universale 2015 che sta avendo luogo a Milano, nutro dei forti  pregiudizi che mi rendono difficile apprezzare l'evento in tutta la sua pregnanza e anche solo parlarne “serenamente”. Perciò, confronterò queste mie perplessità ai fatti, cercando di demolirle, se possibile, ed essere il più possibile obiettivo.

 • “Governance” è una parola inglese derivata dal latino “gubernantia” che è molto di moda da quando le società di consulenza l'hanno introdotta, intesa come “good governance”, nel lessico del loro materiale promozionale. Si riferisce a tutti quei processi di gestione svolti da un governo, all'interno di un mercato o nei limiti di una rete di relazioni, sia che si tratti di una famiglia, una tribù, un'organizzazione o un territorio, avvalendosi di leggi, norme, poteri o linguaggi.

Non intendo tornare sulla vecchia, mai sopita diatriba se sia opportuno, ancorché legittimo, utilizzare termini stranieri al posto dei corrispondenti vocaboli italiani. Per me, fate come volete e comunque, come in ogni cosa, è tutta una questione di misura. Cercate solo di non farvi ridere dietro.

A Galliano, risalendo la collina da Occidente, ovvero da Via San Vincenzo, circonfusa della luce mattutina, la basilica di San Vincenzo – che pure oggi è circondata da più recenti costruzioni costituenti il nucleo del moderno quartiere canturino – si impone in un'aura enigmatica e suggestiva.

Si pensava un tempo che l'ibis, di cui esiste una notevole varietà di specie, fosse da associare alla famiglia dei trampolieri ciconiformi. Studi recenti sul dna di queste specie hanno però messo in rilievo l'appartenenza degli ibis piuttosto alla famiglia dei pelicaniformi.

Sankt Moritz, la ridente località dell'Engadina, è notoriamente allietata dalla presenza di quei piccoli incantevoli laghi che accompagnano la valle, dal Passo del Maloja, in direzione Est-Nord-Est, a una quota costante di circa 1800 metri. È una posizione invidiabile che permette alle residenze poste sulle pendici settentrionali di essere irradiate dal sole anche con il termometro fisso su temperature “polari”, quando i laghi gelano, formando una crosta compatta di sessanta centimetri di spessore. È adesso che comincia la festa.

• Una canzone per Bobby Long (A Love Song for Bobby Long) è un film del 2004 diretto dall'esordiente Shainee Gabel, con John Travolta, Scarlett Johanson e Gabriel Macht. È un film con una forte valenza letteraria. Non solo per il fatto di essere tratto da un romanzo di Ronald Everett Capps (Off Magazine Street), ma perché costellato da continue citazioni dai classici e da celebri autori.

La più antica testimonianza dell'origine dell'abbazia di San Pietro al Monte si deve al cappellano di Giovanni Visconti, signore di Milano. Il racconto del domenicano Galvano Fiamma (1283– Milan 1344), probabilmente trascritto da un più antico documento, pecca forse di eccessiva poesia. Racconta di come Desiderio, re dei Longobardi, fosse giunto a Civate (l'antica Clavis romana) e vi si si fosse insediato per una breve vacanza.

• È per molti aspetti un luogo comune: trovare dei bravi artigiani diventa ogni giorno più arduo. Si salvano poche aziende artigianali operanti in settori essenziali, quei settori in cui l'uso da parte del pubblico di indispensabili strumenti sottoposti a usura richieda una periodica manutenzione.

Il valore monetario che le agenzie di assicurazione, alla fine di complessi calcoli analitici, assegnano alla vita umana in funzione del risarcimento dovuto alla vittima di un sinistro. Ho incominciato a interessarmi al romanzo di Stephen Amidon, Capitale umano (2004), quando è apparso nelle sale il film di Paolo Virzì che ne ambienta la storia nella Brianza Felix.

Subcategories